mercoledì 4 agosto 2010

Palloni, pallonate e pallonari...il calcio su 8mm

Il mondo del calcio fa da tempo ormai parte della nostra quotidianeità, televisione, radio, giornali, blog...e soprattutto cinema.
Il pallone con la pellicola ha infatti una storia poco meno che centenaria, risale infatti al 1911 il film muto inglese “Harry the Footballer”, durava 11 minuti ed è la prima rappresentazione cinematografica calcistica. Da allora il calcio ha fatto parte anche del mondo della cellulosa, da quel lontano 1911 la lista è aumentata di molto, e noi italiani siamo tra i più attivi, ma d'altronde da noi non è uno sport ma una religione.

Contrariamente da quanto ci si possa aspettare i film sul pallone si dividono in molte sotto-categorie, possiamo identificarne almeno di 5 tipi diversi:

i film biografici, dove ritroviamo “Best”, il film sul compianto attaccante dei Red devils, “Maradona, la mano de dios” il quale non credo necessiti di alcuna presentazione

i film drammatici come: “Fuga per la vittoria”, diretto da John Houston questa pellicola presentava un cast di assoluto primo piano Sylvester Stallone, Michael Caine e Max Von Sidow erano gli attori professionisti, Pelè, Bobby Moore, Osvaldo Ardiles erano i calciatori professionisti presenti; “Il maledetto United” che parla della vita di Brian Clough, controverso allenatore britannico molto vincente e amato dal pubblico; “Hooligans”, di per se il nome spiega tutto, pellicola sul mondo del tifo violento inglese visto dall'interno

le commedie, di cui noi italiani siamo i Re incontrastati con film storici quali: “L'allenatore nel pallone” di cui tutti ricordano il 5-5-5 e la difesa bi-zona, Oronzo Canà ha fatto epoca; “Il presidente del Borgorosso Football Club” con Alberto Sordi, il cui personaggio eredita dal padre una squadra, il Borgorosso per l'appunto e lui da un giorno all'altro si ritrova a dover gestire il club, con la classica spensieratezza all'italiana; “Sognando Beckham”, ha fatto avvicinare molte ragazze al gioco del calcio; “Eccezzziunale veramente” è stato il primo film a parlare della tifoseria, tipica commedia all'italiana, storico Abatantuono con la sua “Viuleeeenza”

ovviamente non poteva mancare una sezione documenteristica, i cui film parlano soprattutto della storia di un determinato Campionato del Mondo, ad esempio: “Hero” sui mondiali di Messico '86, “Notti magiche” ovviamente su Italia '90 e “La grande Finale” su Italia-Francia del 2006

curiosamente esiste anche una sezione di film gialli sul calcio, il cui unico rappresentante di rilievo è “The Arsenal Stadium mistery”.


Il pallone quindi è un tema ricorrente anche nell'ambiente cinematografico, ma non poteva essere altrimenti essendo lo sport più amato e conosciuto al mondo.


Ecco una delle sequenze di "Fuga per la Vittoria", dove Pelè realizza un gol in rovesciata

3 commenti:

  1. Massi...adm. del Blog4 agosto 2010 12:40

    Pedalada de Pelè... Golgolgolgolgolgolgolgolgolgol gol....... Golassso de Pelè contra la nazisttassss

    RispondiElimina
  2. EccezZziunale4 agosto 2010 12:47

    IL RAS DELLA FOSSA!!!

    RispondiElimina
  3. Proprio un film Figo., un pó antirazzista.., ma Figo!

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin