lunedì 21 maggio 2012

Jonjo Shelvey

Nome: Jonjo Shelvey
Data di nascita: 27 Febbraio 1992, Remford
Nazionalità: Inghilterra
Altezza: 1,83 m
Piede preferito: Entrambi
Squadra: Liverpool, Premier League (Inghilterra)
Ruolo: Centrocampista centrale, trequartista
Valore: 3.500.000 Euro




Il Liverpool è sempre stato un club che ha sfornato giovani talenti, poi diventati i beniamini della Kop. Se vogliamo leggere la rosa di quest'ultima stagione ne possiamo contare ben 11, tra i quali il capitano Steven Gerrard e il suo vice Carragher, che sono arrivati però alla fase finale della loro carriera. Non sarà facile per i Reds trovare i sostituti, ma forse del primo già ce l'ha in casa. Si tratta di Jonjo Shelvey, di cui parleremo in questa scheda.

Jonjo Shelvey nasce a Remford, quartiere di Londra dove si tifa per il West Ham United, per il quale gioca da piccolo, dopo una piccola esperienza all'Arsenal. Nella stagione 2007-2008 arriva la svolta quando Shelvey nel Charlton Under-18 conclude l'anno con 14 gol in 23 presenze, che gli fa guadagnare il debutto in prima squadra il 26 Aprile 2008 in Championship nella sconfitta contro il Barnsley, gettato nella mischia da Allan Pardew a 16 anni, 1 mese e 28 giorni, diventando il giocatore più giovane della storia del club londinese, battendo il precedente detentore, Paul Konchesky. Il 3 Gennaio 2009 arriva anche il primo gol, ancora una volta mettendo il record come il più giovane di sempre nella storia del club, contro il Norwich City in FA Cup. Il 4 Aprile arriva anche il primo gol in Championship contro il Southampton. Le ottime prestazioni con il piccolo club inglese, andato ormai in rovina dopo la retrocessione del 2007, porta tanti club a seguire il giocatore sempre più da vicino, fino a quando nel Gennaio 2010 il Liverpool riesce a bloccarlo, per poi portarlo all'Anfield Road solo nel Maggio dello stesso anno, per circa 2 milioni di euro. Fa il suo debutto in prima squadra nel terzo turno di Carling Cup il 22 Settembre 2010 nella partita persa ai rigori contro il Northampton Town, dove d'altronde segna il suo penalty. Ad Ottobre arriva il doppio esordio in Europa League contro il Napoli (il 21) e in Premier League contro il Blackburn Rovers (il 24), rispettivamente pareggiata e vinta dal Liverpool. Poiché non riesce poi a trovare lo spazio sperato in prima squadra, il club decide che deve fare esperienza nella serie cadetta, così viene ceduto in prestito al Blackpool, debuttando con gol il 30 Settembre 2011 contro il Bristol City al Bloomfield Road. In Championship dimostra tutta la sua immensa qualità, culminando con la tripletta il 2 novembre contro il Leeds United. A causa del brutto infortunio di Lucas Leiva Pezzini, i Reds decidono di richiamarlo dopo aver segnato 6 gol in 10 presenze con il Blackpool. Il 30 Novembre torna così al Liverpool, con il quale segna il suo primo gol nel terzo turno di FA Cup contro l'Oldham Athletic. L'8 Maggio arriva anche il primo gol in Premier League nella meravigliosa vittoria all'Anfield Road contro il Chelsea per 4-1, con una bomba da oltre 30 metri, poco giorni dopo il clamoroso pareggio dei Blues al Camp Nou con il Barcellona.

Jonjo Shelvey fa parte attualmente della nazionale inglese Under-21, con la quale ha esordito il 1 Settembre 2011 contro l'Azerbaigian. Finora può contare 4 presenze con i leoncini, ma nella sua carriera è stato il capitano dell'Under-16, debuttando l'11 Ottobre 2007, con la quale ha vinto il Victory Shield e il Torneo Montaigu (in totale 3 gol in 6 presenze). Ovviamente guadagna la chiamata dell'Under-17, con la quale debutta il 24 Ottobre 2008 contro l'Estonia (in totale 1 gol in 7 presenze). Infine, il 2 Settembre 2010 ha debuttato da capitano e con gol con l'Under-19 contro la Slovacchia. Shelvey potrebbe, qualora volesse, giocare per la Scozia (il nonno è scozzese) e per la Repubblica d'Irlanda (la madre ha origini irlandesi).

Il talentuoso reds è un centrocampista con qualità davvero importanti. E' prevalentemente un trequartista, non veloce ma bravo nell'assist. Per esigenze tattiche (in Inghilterra il modulo più usato è il 4-4-2) si sta trasformando in un centrocampista centrale. Il suo idolo è Gerrard, al quale viene anche accostato. Infatti, lo chiamano il Baby Gerrard, forse esagerando un tantino. E' un giocatore completo: fisico asciutto, resistenza impressionante nel coast-to-coast, grande grinta e personalità da vendere. Ma la sua caratteristica principale è la visione di gioco, davvero eccezionale, grazie alla quale sembra riuscire a leggere prima degli altri lo svolgimento dell'azione, aiutato ovviamente da una tecnica sopraffina che gli permette di realizzare assist e gol da cineteca. Bravissimo sui calci piazzati, dove riesce ad abbinare potenza a precisione. Deve però migliorare ancora molto nella fase difensiva e non sembra possedere quella prepotenza fisica e quella continuità di prestazioni che ha caratterizzato la carriera del suo idolo.




Il gol di Shelvey contro il Chelsea al minuto 2:20              

4 commenti:

  1. Rosario Fortunato21 maggio 2012 12:10

    Bel giocatore.

    RispondiElimina
  2. Lo conosco da quando indossava la maglia del Charlton e non capisco come il Liverpool no lo faccia giocare titolare al posto di Spearing.

    RispondiElimina
  3. Siamo d'accordo sul fatto che avrebbe potuto giocare di più ma non al posto di Spearing in quanto ques'ultimo è un buon mediano davanti la difesa al contrario di Jonjo che si spinge più avanti. L'ormai ex allenatore dei Reds Dalglish ama giocare con il 4-4-2 con esterni offensivi e a centrocampo schiera almeno un interditore che faccia legna e recuperi i palloni (Adam o appunto Spearing). Gerrard ovviamente è l'altro titolare indiscusso in mezzo. Difficile quindi trovare spazio in un modulo così. Cambiando l'allenatore magari avrà maggiore spazio, si spera.

    RispondiElimina
  4. Francesco Ricci22 maggio 2012 18:49

    L'ho visto in molte occasioni ma non mi ha fatto una buona impressione,spero possa ricredermi!

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin