sabato 11 settembre 2010

Neymar


Nome: Neymar da Silva Santos Junior
Data di nascita: 5 febbraio 1992, Mogi das Cruzez
Nazionalità: Brasile
Altezza: 173 cm
Piede preferito: Destro
Squadra: Santos – Liga Brasileira
Ruolo: Seconda punta
Valore: 14.000.000 €



Il Brasile, una delle più grandi se non addirittura la più grande fucina di talenti al mondo, ha sfornato un nuovo giovane fenomeno, scuola Santos (la squadra di un certo Pelè) famosa soprattutto per le cosiddette “mezze punte”, si tratta del validissimo Neymar da Silva Santos Junior, più semplicemente chiamato Neymar. In Brasile stravedono per lui, programmi televisivi, agenzie pubblicitarie, ragazze, fanno a gara per contendersi il giovane paulista, lui per il momento si dedica con passione solo al calcio, tanto da ottenere in pochissimo tempo risultati notevolissimi.
Cresciuto calcisticamente nel Santos, ha fatto parte del settore giovanile dal 2003 al 2008, è entrato stabilmente in prima squadra nel campionato 2009 (vi ricordo che in Brasile, a differenza dell'Europa, il campionato Nazionale si gioca da maggio a dicembre, preceduto da febbraio ad aprile dai vari campionati regionali come il Carioca o il Paulistao) debuttando il 7 marzo subentrando a partita in corso e sfiorando il gol. Per la prima marcatura non ha dovuto aspettare molto, solo una partita, quella successiva giocata contro il Mogi Mirim, e l'11 aprile nella semifinale del Campionato Paulistao realizza il decisivo gol del 2-1 contro il Palmeiras. Il soddisfacente anno di Neymar non si limitò solo al campionato regionale, nel Campionato Brasilieirao realizzò 10 reti in 33 partite risultando spesso decisivo entrando dalla panchina.
L'inizio stagione 2010 è stato quello della conferma, un Santos rinforzatosi con l'arrivo di Robinho a gennaio poteva iniziare a mirare a traguardi più alti, uno di questi la Copa do Brasil, che ha visto come protagonista assoluto Neymar autore di 11 reti in 8 partite e vincitore della classifica cannonieri. L'ultima sessione di calcio mercato è stata molto concitata per lui, il Santos e i suoi tifosi, il Chelsea di Abramovich era a un passo dall'acquisto del cartellino, ma alla fine il giovane ha preso la decisione di restare e rinnovare con i bianconeri. Affinchè lui restasse si sono mossi Pelè che lo ha caldamante invitato a restare, il Commissario Tecnico brasiliano Menezes e soprattutto la società del Santos offrendogli lo stesso contratto promessogli dai londinesi, ovvero 3.5 milioni a stagione, e alla fine il giocatore stesso ha dichiarato: “Ho preso in considerazione le offerte che ho ricevuto, ma alla fine la decisione di restare qui è mia. Sono sereno e penso solo a vincere con il Santos, alla fine i soldi non comprano la felicità”.
Ma a quanto pare l'approdo europeo è rimandato solo di un anno, il procuratore del giocatore ha invitato i Blues a rifarsi sotto la prossima estate, anche se il Santos pare intenzionato a far rispettare l'intera clausola rescissoria di 45 milioni per liberare il giocatore. Girano indiscrezioni anche sull'onnipresente Real Madrid, addetti ai lavori assicurano ci sia già un accordo del 2007 tra Neymar, suo padre e i Blancos per l'arrivo in Spagna nelle prossime due stagioni.
Intanto il giovane continua a brillare e incantare, è stato infatti convocato per 3 volte nella nazionale under 17 realizzando un gol, e lo scorso 10 agosto ha fatto il suo debutto anche con la nazionale maggiore convocato dal C.T. Menezes nell'amichevole contro gli USA, realizzando anche una rete. Sempre parlando di nazionale ha provato fino all'ultimo a convincere Dunga a lasciargli una maglia per il Sudafrica a suon di gol e prestazioni, da citare un 8-1 ai danni del Guaranì con 5 marcature siglate da Neymar, una su calcio di rigore segnato con la sua classica esecuzione “paradinha”, effettuando cioè una finta di tiro al momento di calciare spiazzando cosi il portiere per depositare facilmente il pallone in rete, ma purtroppo per lui ha dovuto guardare i Mondiali da casa. Sicuramente avrà occasione di rifarsi in diversi Campionati del Mondo nel corso della sua carriera.

In campo è la classica seconda punta brasiliana, rapido, agile e ovviamente dotato di una tecnica sopraffina è un ottimo assist man oltre ad avere un buon fiuto per il gol, la capacità che lo contraddistingue è sicuramente la facilità di dribbling, che sia in velocità o da fermo poche volte i difensori avversari riescono a sottrargli la palla, questo gli permette di trovarsi in una posizione di facilità nel calciare in porta o nel servire il compagno.

Indubbiamente prima o poi calcherà i campi europei, con quale squadra ancora non si sa ma difficilmente lo vedremo in un prossimo futuro in una squadra italiana nonostante il nostro campionato sia una meta ambita dai calciatori brasiliani in particolar modo. Ovviamente necessiterà di un po di tempo per adattarsi completamente a una calcio completamente diverso e nuovo, ma con il suo potenziale tecnico sarà in grado di brillare anche nel vecchio continente.









Pubblicato il 11/09/2010

3 commenti:

  1. Neymar will be bought by Chelsea, I'm sure.
    Long live Gunners!!!

    RispondiElimina
  2. Fez - Adm. del Blog10 gennaio 2011 06:41

    Ufficiale: 3o classificato al Pallone d'Oro sudamericano 2010 a soli 4 voti da Veron, secondo, e a 14 dal vincitore D'Alessandro.
    La quotazione vola a 18 milioni di Euro.

    RispondiElimina
  3. Fez - Adm. del Blog18 gennaio 2011 17:21

    4 gol nella prima partita del Sudamericano sub20 contro il Paraguay.

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin