venerdì 21 settembre 2012

Nick Powell

Nome: Nicholas Edward Powell
Data di nascita: 23 marzo 1994, Crewe
Nazionalità: Inghilterra
Altezza: 1, 83 m
Piede preferito: Ambidestro
Squadra: Machester United - Premier League
Ruolo: Trequartista, centrocampista centrale
Valore: 3.000.000 €




Alex Ferguson ha sempre saputo lavorare con i giovani e nella sua carriera nei Red Devils ha coltivato centrocampisti che hanno scritto la storia degli ultimi vent'anni di questo glorioso club. Quando il tecnico scozzese punta tutto su un giovane, questi difficilmente fallisce ed è quello che potrebbe succedere con il ragazzo che vi presentiamo oggi, l'astro nascente Nick Powell, trequartista che in estate è stato strappato a tutte le altre big dal Crewe Alexandra.

Nicholas Edward Powell nasce a Crewe, nella contea del Cheshire (nel nord-ovest dell'Inghilterra). Cresce nelle giovanili del Crewe Alexandra, società riconosciuta come una delle più attive e capaci del panorama giovanile inglese, una sorta di Atalanta d'Inghilterra che ha prodotto molti ottimi giocatori tra i quali Danny Murphy e soprattutto l'ex Juve, Sampdoria e Arsenal David Platt (ora assistente allenatore di Mancini al City). A Crewe si distingue nelle varie formazioni giovanili, nel ruolo di attaccante, fino alla promozione in prima squadra nella stagione 2012/2011. In questa stagione non vede mai il campo ma si allena con i compagni più grandi e gioca con le riserve. Nel corso degli allenamenti avviene il passaggio di ruolo dall'attacco alla trequarti prima, ed al centrocampista centrale in seguito. Nella nuova posizione il giocatore ha maggior fortuna e riesce ad esprimere al meglio le sue capacità. Debutta da titolare nella prima del campionato di League 2 all'inizio della stagione 2011/2012, ed è nuovamente titolare nella successiva sfida valida per la League Cup. Nel nuovo ruolo comincia ad essere un elemento molto importante per i meccanismi di gioco della squadra ed il suo minutaggio subisce una crescita inarrestabile. Al termine della stagione, la prima vera importante per il giovane inglese, porterà a casa il notevole bottino di 43 presenze condite da 15 gol e 8 assist, oltre ad una media prossima agli ottanta minuti giocati per incontro.
Durante l'estate parte l'immancabile asta per il giocatore da parte di tutte le Big d'Inghilterra, e come già detto, è il Manchester United di Sir Alex Ferguson che si assicura le prestazioni di Nick ad un prezzo di circa 7 milioni e mezzo di euro. Il centrocampista si unisce subito alla prima squadra, ed a sorpresa viene convocato per la panchina per la terza giornata di Premier League. Una settimana dopo arriva il debutto nella massima serie quando gli vengono concessi i venti minuti finali nelle sfida casalinga contro il Wigan, e dove il giocatore ha la possibilità di firmare il gol del 4-0 finale segnando così la sua prima marcatura al debutto all'Old Trafford.

Nick è principalmente un centrocampista offensivo, molto abile negli inserimenti, con il vizietto del gol. Dispone di un tiro potente e preciso con entrambi i piedi e ciò lo rende un'arma temibile dalla media-lunga distanza. Il cambio di ruolo gli ha sicuramente fatto bene, adesso è più libero nella posizione se gioca dietro le punte ed inoltre la sua tecnica è molto più utile alla squadra in fase di costruzione. Non è un giocatore molto rapido ma ha dalla sua un fisico forte e robusto e un notevole senso della posizione che gli permette di farsi trovare al posto giusto e smarcato. Gli inserimenti e la tempistica sono le sue principali armi offensive, e la maggior parte dei gol segnati con il Crewe ne sono la testimonianza. Lo United si è assicurato un giocatore molto temibile per il futuro, e sicuramente a Manchester sapranno trattare la sua crescita nel migliore dei modi.

Il promettente trequartista ha avuto modo di avvicinarsi alle Selezioni giovanili inglesi già durante la sua militanza nel Crewe, che come già detto è uno dei più floridi vivai britannici. Debutta nel 2009 con la formazione Under 16 dove realizza 1 gol in 7 presenze. Dal 2010 passa all'Under 17 con la quale realizza 3 presenze e 1 gol al Campionato Europeo di categoria e 5 presenze e 2 assist nei Mondiali del 2011 in Messico. In totale ha totalizzato 17 presenze e 5 gol con questa maglia. In seguito gioca una sola partita con l'Under 18 prima di passare all'Under 19 dove finora conta 1 presenza e 1 gol.

A Manchester sono in molti a credere nelle qualità del ragazzo, e questo giustifica la grande spesa fatta per il suo acquisto. Ferguson sa far crescere le qualità naturali dei centrocampisti a sua disposizione, e sicuramente Powell crescerà molto nello United. Addetti ai lavori hanno già pronosticato per lui una splendida carriera in Nazionale e in Premier League, cose sicuramente alla sua portata, ma il lavoro ed i sacrifici come sempre sono molti.








2 commenti:

  1. Ottimo prospetto che avevo sentito nominare quando fu comprato dal Man Utd ma non conoscevo la sua storia calcistica,ottimo lavoro!

    RispondiElimina
  2. Rosario Fortunato24 settembre 2012 13:29

    Questo è davvero forte... ho visto in diretta il suo primo gol con il Manchester United in Premier League la scorsa settimana.

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin