lunedì 17 ottobre 2011

Tommaso Ceccarelli


Nome: Tommaso Ceccarelli
Data di nascita: 2 Giugno 1992, Roma
Nazionalità: Italia
Altezza: 1,76 cm
Piede preferito: Sinistro
Squadra: Lazio Primavera - Campionato Primavera Girone C
Ruolo: Trequartista, Ala sinistra, Seconda punta
Valore: 75.000 €



I settori giovanili, in particolar modo la Primavera delle squadre sono fondamentali. Sono la base del futuro di una società di calcio, o almeno cosi dovrebbe essere. La Lazio purtroppo negli ultimi anni ha perso giovani di grande livello come Macheda e D’Alessandro. Però ha anche portato a casa un talento assoluto come Gonzalo Barreto e ha fatto esordirne altri come Cavanda e Diakitè. Adesso è il momento di Tommaso Ceccarelli, grande protagonista negli ultimi anni con la Primavera della squadra capitolina.

Nasce a Roma, classe ’92, si lega alla Lazio nella stagione 2004/05 proveniente dal Centro Calcio Federale. Fa una rapida scalata passando dai Giovanissimi Coppa Lazio ai Giovanissimi Nazionali. La stagione fondamentale è quella del 2007/08 presso gli Allievi Coppa Lazio quando finisce la stagione con ben 16 reti. Prosegue la sua scalata fino ad arrivare nella Primavera nel 2010/2011. Finisce la stagione con ben 11 reti. Quest’anno invece il grande boom. Solo cinque partite per adesso giocate dal giocatore nel Girone C del Campionato Primavera e ha già messo a segno ben 7 reti. Importante notizia per i tifosi laziali è arrivata in Marzo quando la società biancoceleste ha fatto firmare a Ceccarelli il suo primo contratto da professionista.

Nella stagione 2008/2009 raggiunge la sua prima convocazione con la Nazionale under 17 in amichevole contro il Portogallo. Le sue doti colpiscono gli addetti e viene confermato anche nelle successive partite contro Germania e Spagna. Mister Salerno non si priva del suo giocatore e lo convoca per la qualificazione dell’ Europeo dove giocherà i suoi primi minuti a livello internazionale contro Lettonia, Cipro e Olanda.

Centrocampista offensivo, è molto duttile tatticamente. Può fare l’ala sinistra o la seconda punta ma il suo ruolo principale è quello di trequartista. Mancino naturale, buona tecnica individuale possiede tutte le caratteristiche del prototipo del calciatore completo, moderno fantasioso e imprevedibile in fase di impostazione, ma anche attento e utile alla causa quando invece c'è da contenere l'azione avversaria. Ottima capacità realizzativa e fiuto del gol, nonostante non sia un attaccante vero. Bravo anche nei calcio piazzati. Nonostante sia evidente il passo in più rispetto ai suoi avversari deve migliorare e crescere sotto l’aspetto fisico.

Le sue imprese nel 2007/2008 sorvolano la Manica arrivando fino a Londra dove Chelsea e Tottenham cercano di strapparlo alla società capitolina, ma il ragazzo decide di rimanere alla Lazio proprio per la sua lazialità. Come detto, ha già firmato il primo contratto da professionista con la Lazio che crede molto nelle sue qualità. Il giocatore comunque è ancora seguito in Inghilterra da Manchester United e Chelsea, il Tottenham sembra essersi defilata e in Italia piace molto all’Inter, che in passato ha strappato ai biancocelesti Faraoni. In estate ha sfiorato il passaggio in prestito alla Nocerina, neopromossa in Serie B ma Reja ha fermato tutto perché intende promuoverlo in prima squadra. Anche Zeman lo voleva a Pescara. Lo considerava perfetto per il suo 4-3-3.

E’ doveroso per una società di calcio come la Lazio solidificare le fondamenta in modo convinto al fine di garantirsi un futuro in casa caratterizzato dall’appartenenza e dai valori biancocelesti, valori che rispecchia in pieno proprio Tommaso Ceccarelli, sicuramente uno dei migliori talenti del Campionato Primavera. Il romano sembra essere di un’altra categoria. Sicuramente è un giocatore dal grande talento. Per caratteristiche tecnico-tattiche somiglia un po’ al primo Zarate, ma realisticamente è molto simile ad altri due grandissimi talenti del calcio nostrano, Insigne e El Shaarawy.





Alcune grandi giocate in uno dei tanti derby capitolini in Primavera.


Spettacolare goal su punizione contro la Fiorentina primavera.



Pubblicato il 17/10/2011

3 commenti:

  1. Diakitè è uscito dalla primavera del Pescara, non della Lazio

    RispondiElimina
  2. Rosario Fortunato18 ottobre 2011 11:50

    Vero... ma non ha scritto che arriva dalla Primavera della Lazio... ha detto che la Lazio ha fatto esordire talenti come Cavanda e Diakitè... quindi non ha sbagliato.

    RispondiElimina
  3. Massi... adm. del Sito18 ottobre 2011 16:34

    Grazie al nostro lettore Rosario per la giusta precisazione. Inoltre Diakité nel 2006/2007 prima di esordire (3 partite poi disputate in Campionato) ha iniziato a giocare con la Lazio primavera. Sulla valorizzazione del ragazzo comunque il Pescara è stato davvero fondamentale in quanto ha creduto molto su di lui dopo la pseudo bocciatura ottenuta nelle giovanili della Sampdoria che aveva deciso di puntare su altri prospetti per quel ruolo.

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin