venerdì 27 luglio 2012

Geoffrey Kondogbia

Nome: Geoffrey Kondogbia
Data di nascita: 15 febbraio 1993, Nemours
Nazionalità: Francia (con passaporto centrafricano)
Altezza: 188cm
Piede preferito: Sinistro
Squadra: FC Siviglia - Liga BBVA
Ruolo: Mediano, difensore centrale, terzino sinistro
Valore: 3.000.000€



Parlando di settore giovanile, soprattutto a livello federale, la Francia non ha niente da invidiare agli altri Paesi del mondo. Le strutture della Federazione sono di altissimo livello così come lo standard di tutte le squadre professionistiche transalpine. Il Lens negli anni, dopo aver passato un bel periodo alla fine degli anni '90 culminato con la vittoria della Ligue 1, ha deciso di puntare sempre di più sul settore giovanile al fine di contrastare la crisi societaria che li ha visti tra l'altro sprofondare in Ligue 2. Così nelle ultimissime stagioni oltre a Raphael Varane, attualmente difensore del Real Madrid, e a Thorgan Hazard, fratello di Eden cresciuto nella rivale Lille e neo acquisto del Chelsea, è uscito dalle giovanili della squadra del nord Geoffrey Kondogbia, mediano di grande prospettiva.

Geoffrey nasce a Nemours, un piccolo paesino non troppo distante da Parigi, da genitori originari della Repubblica Centrafricana. Inizia a giocare a calcio all'età di sei anni nel Nandy, squadra del paese vicino, dove resta per quattro stagioni prima di passare nel 2003 al Sénart-Moissy. Qui dopo solo una stagione viene notato dagli attenti osservatori del Lens che lo inivitano subito ad unirsi al loro club. Geoffrey prosegue la sua crescita nel settore giovanile fino a quando nella stagione 2010/2011 viene inserito nella formazione B del Lens. A novembre della stessa stagione viene promosso nella formazione principale che all'epoca affrontava la sua ultima stagione in Ligue 1. Il 21 realizza la sua prima presenza totalizzando otto minuti di gioco nella sfida casalinga contro il Lione. Non vedrà più il campo della serie maggiore fino alla fine del campionato quando gioca le ultime due partite con il Lens già condannato alla Ligue 2. Nella serie cadetta francese il giovane mediano trova l'opportunità di continuare a crescere nel club trovando anche spazio in prima squadra in un campionato impegnativo. Fin dalla prima giornata è titolare ed il suo minutaggio sarà tra i più alti di tutta la squadra per tutta la stagione. Il centrocampista realizza due assist nel corso della stagione ma fatica a trovare il primo gol. La marcatura tanto attesa arriva il 13 aprile in casa del Tours. Chiude così la sua prima stagione con 36 presenze 1 gol e 2 assist, ma soprattutto cosa ben più importante delle statistiche a fine anno si guadagna la fiducia dell'allenatore a furia di ottime prestazioni grazie alla sua importanza a livello tattico e di talento personale.
Alla fine della stagione, come già successo per Varane, il Lens si trova costretto a cedere il giocatore per far fronte ai problemi societari. All'epoca si parlò anche di un interessamento della Juventus e di Beppe Marotta molto attratti dal giocatore. Alla fine non se ne fece nulla e Geoffrey si trasferisce al Siviglia, dopo aver ammesso che l'unica alternativa poteva essere il Reading e che nessuno lo ha cercato nel Campionato francese.

L'aspetto principale che colpisce subito in Kondogbia è l'incredibile strapotere fisico del giocatore. Alto, possente e atletico è praticamente insuperabile faccia a faccia e difficile da seminare in velocità. Tecnicamente è un giocatore valido, nei settori giovanili francesi l'aspetto tecnico è considerato di vitale importanza, e dispone di un ottimo sinistro anche dalla lunga distanza. All'occorrenza può giocare anche da difensore centrale o terzino vista l'attitudine difensiva, ma nel corso dell'ultima stagione è stato provato anche in posizione di trequartista a confermare l'enorme duttilità tattica del ragazzo. I problemi principali si incontrano in fase di possesso e costruzione, dove riscontra ancora alcune difficoltà nei momenti di gestione della palla. Nel complesso si tratta comunque di un giocatore di grande prospettiva dalle ottime caratteristiche naturali.

Da sempre il giocatore si trova conteso dalle Nazionali francesi e centroafricane che non hanno mai rinunciato alla possibilità di convocare il giovane talento. Il giocatore però ha sempre scelto la Nazionale transalpina vestendo 5 volte la maglia dell'Under 16 segnando anche 1 gol. Realizza altre 6 presenze in Under 17, 16 presenze e 7 gol in Under 18 e 12 presenze e 1 gol in Under 19 con la quale ha partecipato anche all'ultimo Europeo di categoria giocato in Estonia.

Kondogbia è un centrocampista dal grande futuro. Caratteristiche fisiche e talento naturale si fondono alla perfezione nel neo acquisto sivigliano. Potrebbe fare molto bene nel campionato spagnolo, anche se per caratteristiche avrebbe potuto affrontare molto bene anche il campionato italiano. Sicuramente il Siviglia ha fatto un ottimo affare sfruttando un momento di difficoltà del Lens per accaparrarsi il giocatore.



1 commento:

  1. Rosario Fortunato5 settembre 2012 23:02

    La Juventus si è fatta sfuggire davvero un buonissimo talento. Se avessero preso lui e Verratti, con Pogba, Bouy e Gabriel avrebbero risolto i problemi a centrocampo per almeno 10 anni.

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin