lunedì 9 luglio 2012

Kostantinos Fortounis

Nome: Konstantinos (Kostas) Fortounis
Data di nascità: 16 Ottobre 1992, Kalambaka
Nazionalità: Grecia
Altezza: 1,83 cm
Piede preferito: Sinistro
Squadra: Kaiserslautern, Zweite Liga (Germania)
Ruolo: Ala, Trequartista
Valore: 3.000.000 Euro




Il calcio ellenico dal 2004 ha registrato una clamorosa impennata che ha portato nel campionato stesso giocatori di un certo livello, alcuni dei quali rivelatisi campioni alla fine della propria carriera. Ma soprattutto dalla Grecia sono usciti diversi giovani talenti che potranno dire la loro nel calcio che conta. Un esempio è il nuovo acquisto del Parma, Sotiris Ninis, talento purissimo frenato da parecchi infortuni. Un altro pronto a sbocciare è considerato il nuovo fenomeno ellenico, Konstantinos Fortounis, per tutti Kostas.

Kostas Fortounis nasce a Kalambaka, periferia di Trikala corrispondente al Peloponneso, il 16 Ottobre 1992. Attira subito le attenzioni dell'Olympiakos, nella quale compie tutta la trafila delle giovanili per poi iniziare la sua carriera nell'AO Trikala FC (12 gol in 30 presenze in due anni). Le ottime prestazioni offerte sono un deterrente alla convocazione nella nazionale Under-17, con la quale mette in mostra tutto il suo talento. Viene visionato molto attentamente da Vangelis Vlachos, allenatore dell'Asteras Tripolis, che decide di puntare su di lui, pagando il Trikala 25.000 euro. Con l'Asteras esordisce l'11 Settembre 2010 contro il Paok Salonicco, finita 0-0. Alcuni giorni prima, il 4 Settembre, aveva esordito anche con la nazionale Under-21 nella partita vinta 2-1 contro la Macedonia, valida per le Qualificazioni agli Europei di categoria. Colleziona 24 presenze, segnando il suo primo gol in Superlega (campionato ellenico) il 19 settembre del 2010 nel 2-2 in casa dell'AEK Atene. Sarà il suo unico gol con la maglia del club di Tripoli, retrocesso alla fine della stagione nella serie minore. Nonostante tutto, Kostas disputa l'Europeo Under-19 in Romania, segnando l'unico gol della partita contro i padroni di casa e guadagnandosi il trasferimento ai tedeschi del Kaiserslautern, che pagano 250.000 euro per portarlo in Germania. Lanciato per la prima volta nel calcio dei grandi, esordisce il 6 Agosto 2011, nella partita persa contro il Werder Brema 2-0. Ogni volta che viene chiamato in causa risponde alla grande e con il passare delle giornate diventa titolare per il tecnico Kurz. Nel frattempo è il fiore all'occhiello dell'Under-21, con la quale colleziona 4 gol in 14 presenze che ovviamente, insieme alle ottime prestazioni in Germania, attirano le attenzioni di Fernando Santos, ct della nazionale ellenica maggiore, che lo fa esordire il 29 Febbraio 2012 contro il Belgio, pareggiata 1-1, valida per le Qualificazioni agli Europei. I 5 assist in 28 presenze in Bundesliga sono abbastanza per far parte della spedizione in Polonia e Ucraina, finita con la sconfitta nei quarti di finale contro la Germania. Ma non bastano per salvare il Kaiserslautern che quindi retrocede in Zweite Liga. Per ora può contare già 5 presenze con la nazionale maggiore.

Kostas Fortounis è un ala, destra e sinistra con grandi doti tecniche e atletiche. Nonostante sia un fantasista, è molto alto e possiede un'ottima velocità che gli permette di saltare i diretti avversari. E' un uomo-assist, non un goleador, perciò è perfetto nel ruolo di trequartista, dove mostra una grandissima visione di gioco. Fisicamente è un po' minuto, dovrebbe quindi acquisire maggiore massa muscolare ma la base è ottima. Pecca molto sotto porta, quasi come se avesse timore di segnare (tipico della maggior parte dei giovani di quest'età), nonostante abbia un sinistro davvero preciso. Usa con altrettanta disinvoltura anche il destro, tanto che molti pensano che sia ambidestro.

Le ottime prestazioni offerte soprattutto in Bundesliga hanno attirato le attenzioni di tantissimi club europei. Soprattutto in Italia piace a Lazio e Juventus e, prima che andasse al Kaiserslautern, in passato è stato ad un passo dall'Atalanta. La squadra più vicina al giocatore al momento sembra però il Betis Siviglia che ha offerto circa 2 milioni per convincere i tedeschi a cedere il proprio gioiello. Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio talento ancora accessibile come investimento per il futuro. Fortounis non è ancora pronto per il salto definitivo in una big, proprio per la sua mancanza di freddezza sotto porta ma ha tutto per diventare un ottimo giocatore. Il prezzo è appettibile e l'età è espressione di grande potenzialità. Con Ninis, il roccioso Papadopoulos, Fortounis e i baby Kapino e Mavrias la Grecia è in ottime mani.



3 commenti:

  1. Francesco Ricci9 luglio 2012 00:31

    Molto interessante.. ;)

    RispondiElimina
  2. Rosario Fortunato9 luglio 2012 12:15

    Davvero forte.
    Concordo con chi ha scritto il profilo: non tira quasi mai e il suo ruolo più adatto è il trequartista.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin