giovedì 23 febbraio 2012

Mattia De Sciglio

Nome: Mattia De Sciglio
Data di nascita: 20 Ottobre 1992, Milano
Nazionalità: Italia
Altezza: 1,81 cm
Piede preferito: Destro
Squadra: AC Milan, Serie A
Ruolo: Terzino destro
Valore: 500.000 Euro




Dopo anni di immobilismo nel settore giovanile, il Milan ha deciso di investire con decisione e attualmente è l'unica squadra della Serie A che stanzia 5 milioni di euro per le squadre giovanili insieme all'Inter. Dopo il folletto Simone Verdi, il centrocampista Alexsander Merkel, il mediano Simone Calvano e il trequartista Mattia Valoti, è arrivato il momento di parlare del giovane difensore Mattia De Sciglio, che da poco ha esordito in Champions League.

Mattia inizia a giocare a calcio nella squadra dell'oratorio Santa Chiara e San Francesco di Pontesesto, vicino Rozzano. Viene preso a otto anni nella categoria Pulcini del Cimiano, per poi superare un provino per il Milan a dieci anni. Con i rossoneri fa tutta la trafila delle giovanili fino ad esordire con la Primavera l'11 Settembre 2010 nella sfida persa contro il Varese. Ad Ottobre arriva anche il primo gol contro l'Udinese dopo meno di cinque minuti di gioco. Vince la Coppa Italia Primavera, senza però scendere in campo, nella stagione 2009-2010. Nella stagione 2011-2012 viene aggregato in Prima Squadra dall'allenatore Massimiliano Allegri ed esordisce addirittura in Champions League nella sfida del 28 Settembre 2011 contro il Viktoria Plzen, per la fase a gironi, subentrando negli ultimi minuti ad Ignazio Abate, altro giocatore scuola Milan. Il 6 Dicembre 2011, nella sfida di ritorno con il Viktoria Plzen, a qualificazione già acquisita, la sua prima partita da titolare e rimane in campo per tutta la partita.

Il 22 Settembre 2010 arriva anche l'esordio con la Nazionale Under-19 nella partita contro la Serbia. Il primo gol arriva contro le Isole Far Oer il 9 Ottobre 2010. Alla fine saranno otto le presenze con un gol. Le ottime prestazione con la Primavera portano Luigi Di Biagio a convocarlo nell'Under-20, con la quale esordisce il 12 Ottobre 2011 nella partita vinta contro la Polonia (tre presenze finora).

Mattia De Sciglio è un terzino destro di grande resistenza e corsa. Tecnicamente non è molto dotato. Bravo nel recuperare la palla e bravo nei contrasti. Sempre concetrato tatticamente, sa anticipare l’avversario e può giocare, in caso di necessità, anche come centrocampista esterno destro. Deve molto migliorare nei cross (quindi tecnicamente), in fase di spinta e in personalità. E' soprattutto la personalità la lacuna che è più evidente quando scende in campo.

A Gennaio il Milan ha rifiutato la proposta della Reggiana, che voleva il giocatore in prestito, perché utile per la lista Champions League e per continuare il suo percorso di crescita con Tassotti e Dolcetti.

Si tratta sicuramente di un terzino destro dalle ottime capacità tattiche ma tecnicamente dimostra grandissime lacune. E' più che altro un terzino destro difensivo, stile Bonera ai tempi del Parma.




10 commenti:

  1. Rosario Fortunato24 febbraio 2012 14:00

    Questo è davvero scarso!

    RispondiElimina
  2. In Italia facciamo fatica a far crescere difensori soprattutto terzini. Speriamo bene

    RispondiElimina
  3. Scarso ? Allora Eranio, Evani, De Vecchi e infine Tassotti ed Allegri non capiscono niente di calcio...

    RispondiElimina
  4. e non dimenticare, caro Anonimo, anche ProssimiCampioni. Ovviamente nessun confronto con i professionisti sopracitati, ma se l'abbiamo presentato nel sito significa che ci crediamo. Ad ogni modo è questione di opinioni ma le credenziali (debuttante nel Milan non ancora a 20 anni e Azzurro nelle giovanili) sono tutte dalla parte del ragazzo!

    RispondiElimina
  5. Beh.....così scarso non mi pare, visto che allegri lo ha addirittura fatto debuttare in una partita delicatissima, contro il chievo....un esordio più difficile per un ragazzo così giovane non poteva esserci e mi pare abbia dimostrato che i numeri li abbia.
    Contrariamente a quanto scritto nell'articolo, e dalle dichiarazioni rilasciate dai vari esperti del settore, non è un giocatore con "gradi lacune" tecniche, al contrario, è un giocatore molto tecnico.

    RispondiElimina
  6. «Mattia De Sciglio è un terzino destro di grande resistenza e corsa. Tecnicamente non è molto dotato. Bravo nel recuperare la palla e bravo nei contrasti. [...] Deve molto migliorare nei cross (quindi tecnicamente), in fase di spinta e in personalità. E' soprattutto la personalità la lacuna che è più evidente quando scende in campo.»


    nelle prime 4 giornate ha la migliore media cross dell'intera serie A; gioca indifferentemente a destra e sinistra crossando con entrambi i piedi; nella partita col cagliari è stato il migliore dopo El Shaarawy.

    Complimenti: le avete azzeccate quasi tutte :-D

    RispondiElimina
  7. Gentile Igor, felici del fatto che De Sciglio possa averci smentito anche perché se l'abbiamo presentato, come detto in commenti precedenti, significa che ci abbiamo creduto e che pensavamo potesse imporsi ad alti livelli. A nostra parziale difesa sottolineo che il profilo del giocatore è stato pubblicato ad inizio 2012 (come si evince dalla pagina Trasferimenti) e che quindi le considerazioni tecniche fanno riferimento al campionato primavera (dove "non ha particolarmente brillato", come tutto il Milan del resto) e a qualche fugace apparizione in amichevole con la prima squadra (a parte i 90 min in Champions). Effettivamente il ragazzo è cresciuto tantissimo sia tecnicamente sia nella personalità, il ritiro con la prima squadra quest'estate lo ha riconsegnato più maturo e motivato. Detto questo, il tuo commento, certamente educato e simpaticamente ironico, è assolutamente gradito in quanto ci stimola a migliorare ulteriormente il nostro servizio. Non siamo professionisti, e non abbiamo nessuna pretesa in merito, ma semplici appassionati i quali condividono l'amore per il calcio giovanile con altri appassionati, scambiando opinioni e curiosità. Continua a seguirci e a commentare un saluto ! ;-)

    RispondiElimina
  8. Rosario Fortunato28 settembre 2012 23:30

    Beh, devo dire che, a difesa di chi ha scritto questo profilo, in realtà anche in questo inizio di stagione sta dimostrando che crossa molto ma malissimo. E' stato "azzeccato" invece sia la bravura difensiva (di cui avete parlato con grande entusiasmo)... mentre la personalità la sta acquisendo adesso.
    Quindi direi che il profilo tecnico-fisico è azzeccato al 50%. Tatticamente è stato parlato in maniera perfetta.

    RispondiElimina
  9. Rosario Fortunato28 settembre 2012 23:32

    Insomma non capisco il sarcasmo usato da IgorTV... e comunque non sono osservatori professionisti, quindi è normale che un giocatore su 100 lo possono sbagliare.

    RispondiElimina
  10. buon giorno a tutti , ritengo che Il Milan quando decide di dare il proprio nome alle società di calcio come il Cimiano da dove sembra uscito De sciglio. Devrebbe fare fitti controlli sulle modalita' con cui gli allenatori gestiscono i bambini, poiche' la personalita' la fanno crescere loro ma purtroppo a volte la "personalità"gliela uccidono prima di nascere.
    Quindi cari osservatori preoccupatevi di osservare oltre che i bambini e i ragazzini anche che gli allenatori siano competenti. Ill ragazzino puo' anche avere un bel tocco di palla ma se l'allenatore non e' all'altezza di capirlo e quindi permettergli di crearsi la sicurezza che il calcio richiede e la cosidetta personalita' vi dico imbocca al lupo .

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin