venerdì 14 maggio 2010

Erik Lamela


Nome: Erik Lamela
Data di nascita: 4 marzo 1992, Florida-Buenos Aires
Nazionalità: Argentina
Altezza: 183 cm
Piede preferito: Sinistro
Squadra: Club Atlético River Plate
Ruolo: Attaccante
Valore: 100.000 €



La prima cosa che c'è da dire su questo giovane fenomeno è che a 12 anni, dopo un torneo giovanile in Spagna, Real Madrid e Barcellona lo volevano a tutti i costi. Il Barcellona (un club che diciamo ne sa qualcosa di giovani argentini), ha offerto alla famiglia un contratto da capo giro affinchè entrasse nella Cantera: 120.000 euro all'anno, le migliori scuole per lui e i fratelli, lavoro per entrambi i genitori e la Nike pronta a sponsorizzarlo.
Il padre Josè Lamela era pronto ad andare in Spagna con la moglie Miriam e i tre figli Erik, Axel e Brian ma successivamente è giunto ad un accordo con il presidente del River Plate Josè Maria Aguilar, quest'ultimo pronto a denunciare il Barca alla Fifa.
Il giovane talento di Florida è quindi rimasto nelle giovanili dei “Millionarios” e dopo 6 anni ha conseguito una crescita fisica esponenziale irrobustendo un corpo piuttosto gracile e incantando tutti con le sue giocate da fenomeno.
Erik Lamela è una seconda punta mancina dai piedi fatati che ama le giocate ad effetto ed evidenzia un'incredibile naturalezza nel trattare il pallone tra i piedi. Il suo sinistro ricorda molto quello di Lionel Messi, il suo idolo, e la sua quotazione secondo le previsioni salirà vertiginosamente entro poco. Lamela, soprannominato “Coco”, ha debuttato da poco in prima squadra contro il Tigre (16 maggio 2010) in Copa Libertadores e lo staff del River spera possa diventare un importante investimento che riesca a risanare le malandate casse dello storico club di Buenos Aires.

Erik Lamela: “E' difficile essere come Messi, Lionel è il mio eroe”.
Erik Lamela: “Dimostrerò che tutte le prospettive verso di me non sono bugie”.



Guardate che rabona.


Pubblicato il 14/05/2010

7 commenti:

  1. Lo voglio all'Inter

    RispondiElimina
  2. E' del Milaaaannn!!! :-)

    RispondiElimina
  3. hahahahahaha Carlo non hai aspettato nemmeno l'ufficializzazione? ne manca ancora purtroppo...speriamo nn giochino al rialzo...

    RispondiElimina
  4. 100000 euro 1 anno fa ora 12 milioni?? mi sembra assurdo, se hanno rifiutato le offerte del barca non poteva costare così poco

    RispondiElimina
  5. ecco perchè bisogna copiare il barcellona che investe sui raGAZZI GIOVANISSIMI LI FA CRESCERE STUDIARE E DA UN FUTURO ANCHE ALLA FAMIGLIA, IL BARCELLONA FARà LA FINALE DI CHAPIONS LEAGUE CON BEN 16 GIOCATORI CHE PROVENGONO DAL VIVAIO UNO SU TUTTI????' MESSI!!!!!!!!!
    SONO FELICE SE QUESTO RAGAZZO VENISSE VERAMENTE ALLA ROMA

    RispondiElimina
  6. Fez - Adm. del Blog24 giugno 2011 16:15

    Vi ricordo che il valore non corrisponde al prezzo. Chiaramente un giovane non può avere come valore oggettivo 12 milioni, ed è anche vero che un anno fa non lo avresti portato via a 100.000€ ma a molto di più. La nostra politica è quella di mettere il valore monetario di un giocatore basandoci sulle valutazioni di transfermarkt, ritenuto il sito più autorevole in questione.

    RispondiElimina
  7. Alla fine El Coco approdò alla Roma ;-)

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin