mercoledì 29 giugno 2011

The Next-Generation Series



Nasce ufficialmente la nuova "Champions League" under 19, prima iniziativa di questo genere che peremetterà ai giocatori delle squadre partecipanti di prendere confidenza con il panorama europeo dei parietà e affrontare i diversi tipi di calcio.
Con questa iniziativa finalmente si avrà un torneo con cadenza annuale, che durerà per tutta la stagione e che permetterà sia alle società di poter valutare il loro modo di lavorare relazionandolo con le tecniche delle altre squadre coinvolte, sia ai giocatori di guadagnare esperienza in un torneo che li impegnerà annualmente, sottoponendoli a lunghe trasferte e, cosa non da poco, ad acquisire la mentalità per giocare il campionato il fine settimana e gli scontri europei nel turno infrasettimanale.

L'iniziativa era stata avanzata diverso tempo fa dall'Amministratore Delegato dell'Inter Ernesto Paolillo, da sempre molto attento alle politiche riguardanti i settori giovanili, che dall'anno scorso ha iniziato a battersi per avere un torneo che mettesse faccia a faccia i giocatori che un domani avrebbero calcato i palcoscenici più importanti del calcio mondiale.
La palla è stata colta al balzo e dal prossimo 15 agosto prenderà il via la Next-Generation Series, il campionato delle prossime generazioni. Sedici le squadre coinvolte, finora sono quindici le confermate con: Inter, Liverpool, Manchester City, Aston Villa, Tottenham, Barcelona, Celtic, Wolfsburg, Olympique Marsiglia, Sporting Lisbona, PSV, Fenerbahce, Basilea, Rosenborg e Molde, più una squadra ancora da decidere (augurandosi che sia italiana), che si affronteranno in quattro gironi all'italiana con andata e ritorno, per poi passare da gennaio alla fase degli scontri diretti sempre con la formula della doppia sfida.
Le squadre potranno categoricamente usare solo giocatori under 19, e inoltre società come Manchester United, Arsenal, Chelsea e Ajax hanno già conferamato la loro partecipazione al torneo 2012/2013, da decidere resta se inserirle oltre le sedici già partecipanti o se farle prendere il posto di qualcuna.

Intervistato dal quotidiano Tuttosport Paolillo ha dichiarato: "Un onore essere una delle prime squadre a giocare la prima Champions giovanile. Ci sono grandi squadre e non sarà facile passare il turno. Sappiamo di avere giocatori di qualità e siamo molto sereni e coscienti delle nostre possibilità. Quando ci sarà la Coppa Italia, scenderà in campo la Beretti, mentre se non ci sarà contemporanea la Primavera. In Europa si viaggia con un anno in meno rispetto all’Italia. L’importante è comunque rientrare con le fasce di età, noi ci stiamo adeguando. Giocheremo il campionato Primavera con i 1994".

Concludendo bisogna ancora elogiare un iniziativa come questa, che non può che fare bene al calcio giovanile e ai giocatori. Congratulazioni all'Inter che rappresenterà l'Italia in questa competizione e a cui bisogna fare tutti i nostri auguri per un bel torneo.
Chiunque volesse tenersi informato sulla competizione può visitare il sito NextGen Series , ove dopo una brevissima registrazione riceverà direttamente le informazioni sulla mail personale.

4 commenti:

  1. Mha...Non mi convince molto.

    RispondiElimina
  2. Secondo me dovrebbero chiamare anche l' Atalanta. Non è una squadra importante ma ha il miglior settore giovanile d'Italia.

    RispondiElimina
  3. Massi... adm. del Blog30 giugno 2011 01:09

    Caro Marco, hai perfettamente ragione nel considerare l'Atalanta, infatti rimane uno dei vivai migliori per metodi, scouting, selezione ed efficacia. Devo però dire che sono alcuni anni che la società bergamasca non raggiunge titoli giovanili importanti (scudetto o Viareggio) e che le grandi squadre hanno iniziato ad investire pesantemente nei vivai. L'Inter è ad un ottimo punto, ma lo stesso si può dire di squadre come Genoa, Roma (fresca Campione d'Italia) e Fiorentina. Speriamo che la partecipazione italiana sia sempre maggiore con il passare del tempo. Certo dobbiamo alzare il livello del Campionato Primavera che a mio avviso (magari anche per cause esterne come strutture e campi inadeguati ecc...) è piuttosto basso rispetto agli altri campionati. Speriamo...

    RispondiElimina
  4. L'Inter vince la prima edizione della Champions League giovanile in finale con l'Ajax. Straordinario risultato per l'Italia... Il calcio giovanile italiano non è morto. Ripartiamo da loro!

    RispondiElimina


Le scommesse sportive in Italia sono un fenomeno sempre più diffuso tra gli appassionati di sport


Punta sull'Udinese di Pawlowski su Bwin